Questo può sembrare un fallimento, ma la Bitcoin è tornata ad essere piatta nei bassi $9,000. Nelle ultime due o tre settimane, la principale moneta criptata è stata scambiata entro pochi punti percentuali di 9.200 dollari su entrambi i lati.

Secondo un analista, questo consolidamento si risolverà probabilmente al ribasso poiché il Bitcoin Revolution si sta preparando a scendere al di sotto di un livello tecnico cruciale.

IL BITCOIN STA PER SCENDERE AL DI SOTTO DI UN LIVELLO CRUCIALE

Il consolidamento di Bitcoin nelle ultime settimane non è così rialzista come molti investitori hanno supposto, secondo un trader.

Ha condiviso il grafico qui sotto il 14 luglio, mostrando che Bitcoin sta per perdere il supporto di Ichimoku Cloud, un indicatore che mostra livelli e tendenze importanti. Come ha elaborato:

„Se l’assetto ribassista di Moku va a segno, oggi/prossimo paio di giorni è abbastanza probabile che la crisi si verifichi; gli indicatori più aggressivi stanno lottando per rimanere rialzisti e tutto il resto è ribassista. Il mais traballa.

In particolare, il trader non ha condiviso dove si aspetta che il Bitcoin scenda al di sotto dei livelli attuali.

Un’analisi del Bitcoin che lo stesso trader ha condiviso due settimane fa ha mostrato un trend simile.

Come riportato da Bitcoinist in precedenza, ha osservato che per la nuvola di Ichimoku, BTC sembra quasi identica a com’era pochi giorni prima del crollo, dai 9.000 ai 3.700 dollari. Entrambi i periodi hanno gli stessi quattro segnali della Ichimoku Cloud.

L’ESPANSIONE È IN ARRIVO

Non tutti credono che un pareggio sia il modo in cui questo consolidamento si risolverà, ma quasi tutti gli analisti pensano che il Bitcoin scoppierà presto.

Josh Rager di Blockroots, un popolare trader di crittografia, ha osservato il 12 luglio che i dati di TradingView indicano che la lettura storica dell’indice di volatilità del Bitcoin si aggira intorno ai 40. Come ha spiegato Rager, questo livello è importante in quanto ogni volta che la volatilità è stata così bassa, „la volatilità del BTC [era] così bassa, [c’è stata] un’azione di prezzo importante tra il 30% e il 60% di movimento nelle settimane successive“.

Prendiamo come esempio il crash di febbraio. Al culmine del trend, quando la volatilità stava scendendo a causa del trend di Bitcoin, l’indice storico di volatilità era leggermente inferiore al 40.

Ciò è stato confermato da Josh Olszewicz, un importante trader e analista di Brave New Coin.

Egli ha osservato che le Bande di Bollinger, un indicatore che mostra livelli e volatilità importanti, sono al livello più basso dal novembre 2018, prima del calo del 50% dai $6.000 a $3.200.

Von admin